Come conservare la Semola Bio

C

Un problema comune a tutti i prodotti Bio è la conservazione nel tempo.

 

Non tutti riusciamo a usare 5 kg di semola in breve tempo, vuoi per il poco tempo o per mancanza di fantasia o perchè semplicemente vogliamo preservare il nostro acquisto per un occasione particolare.

 

Il consiglio che vi diamo oggi è puramente empirico, ovvero provato da noi direttamente in Azienda.

All’inizio della nostra prima produzione, circa un anno e mezzo fa ormai, abbiamo fatto delle prove per capire quale fosse la soluzione migliore per confezionare, vendere e conservare il nostro bel prodotto Bio.

 

Il primo materiale testato e scartato è stato un tipo di sacchetto in materiale plastico che si trasformavano in un piccolo incubatore utile solo a far sviluppare nella farina insettini vari in brevissimo tempo.

 

Poi abbiamo testato i sacchi che tutti  voi conoscete in carta alimentare bianca a doppio strato; garantiti per 6 mesi se conservati in un ambiente fresco e asciutto, ma che nelle nostre prove “empiriche” hanno dimostrato di riuscire a resistere fino ad un anno.

 

Ma la meraviglia delle meraviglie, la cassaforte dove vi consigliamo di conservare la vostra semola Bio è il Vetro. Usate dei normali Boccacci di Vetro per confetture e conserve, e la nostra semola diventerà immortale.

 

Nell’ultimo anno e mezzo abbiamo tenuto da parte 5 boccacci da 500 grammi l’uno in vari ambienti dell’azienda, a varie temperature e condizioni.

Nessuno dei 5 boccacci, dopo ben 20 mesi presenta alcun tipo di modificazione, ne del colore, ne si nota la presenza di insetti o camole.

Colore e odore della semola non sono cambiate, è integra e fresca come appena macinata.

 

Per la Nostra Prova abbiamo usato vasi di Vetro simili a Questi. Clicca Qui.

About the author

Granocappelli.it

Aggiungi Commento

Articoli recenti

Categorie